La VISILLA è più antica di quanto si pensa?

Seguendo un documentario televisivo sul Negus Hailé Selassié, durante la cerimonia dell'incoronazione del 1928 i sacerdodi copti intonavano una melodia che mi ha ricordato la Visilla del Venerdì Santo di Barcellona Pozzo di Gotto. Dopo avere reperito un breve filmato dei canti del Timkat, l'Epifania della chiesa copta, l'ho raffrontato con varie esecuzioni di Vexilla Regis Prodeunt e con quella eseguita durante la processione de Venerdì Santo di Mola di Bari.  Mi sembra ancora più evidente la somiglianza tra la Visillla e i canti Etiopi in Aramaico, mentre ho l'impressione che il tentativo di adattare alla lettera i versi in Latino di Venazio Fortunato possa snaturare completamente la melodia originale come è sicuramente avvenuto a Mola di Bari. Propongo una ricerca filologica per trovare il canto originale probabilmente Bizantino e quindi in lingua Greca.

Scrivi commento

Commenti: 0

Un’Eden di tranquillità  situato sul lungomare a poca distanza dall'uscita Barcellona dell' autostrada Messina - Palermo circondato da decine di ettari di Giardini di limoni. Il Villaggio è collocato nel cuore delle principali mete turistiche siciliane: Taormina, Cefalù. Isole Eolie, Santuario Madonna Nera di Tindari. Al centro di un incantevole golfo, di fronte l’arcipelago delle Eolie che da Alicudi a Stromboli si ergono all'orizzonte come scogli dentro l'immenso mare.

Chilometri di  spiagge, che dal promontorio di Capo Milazzo arrivano fino alla baia di Tindari. Dal solstizio tutta l'estate è colorata da tramonti spettacolari in cui il sole si posa sulla superficie sempre cangiante del mare Tirreno.